Giochi delle scienze sperimentali

GIOCHI DELLE SCIENZE SPERIMENTALI

Organizzati da ANISN (Associazione Nazionali degli Insegnanti di Scienze Naturali)

Per l’anno scolastico 2017/18 l’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali, organizza l’ottava edizione dei Giochi delle Scienze Sperimentali per gli studenti delle classi terze della Scuola Secondaria di Primo Grado.

La partecipazione ai Giochi delle Scienze Sperimentali assume un particolare significato anche in considerazione dei seguenti aspetti:

1) Il ruolo fondamentale assolto dalla scuola SECONDARIA DI PRIMO GRADO per la cultura scientifica di base e per la formazione della PERSONA;

2) I risultati delle indagini internazionali IEA-TIMMS e OCSE PISA relativi alle competenze scientifiche degli studenti italiani;

3) Il riconoscimento e la valorizzazione delle eccellenze che il MIUR ha già attivato per le scuole superiori (decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262 e DDG 25 febbraio 2010);

4) L’opportunità di esplicitare l’innovazione e allo stesso tempo di offrire ai docenti che partecipano all’iniziativa occasioni di confronto e di condivisione di conoscenze e di competenze professionali.

CARATTERISTICHE DELLE PROVE

I Giochi delle Scienze Sperimentali consistono in prove scritte formate da domande a scelta multipla o aperta riguardanti diversi argomenti scientifici. I quesiti, indipendenti l’uno dall’altro, sono volti ad accertare la capacità di analizzare, interpretare e selezionare informazioni su vari aspetti delle conoscenze scientifiche e di utilizzare procedure trasversali e strumenti logici e matematici per individuare o proporre corrette soluzioni. Nelle varie sezioni, lo studente può rispondere correttamente anche se la tematica proposta non è stata o è stata minimamente trattata in ambito scolastico. La prova d’istituto ha una durata di 60 minuti, la prova regionale di 70 minuti.

FASI DI SVOLGIMENTO

FASE D’ISTITUTO: è finalizzata a selezionare gli alunni partecipanti alla successiva fase regionale. La prova si svolge il 21 febbraio 2018 ed ha la durata di 60 minuti.

FASE REGIONALE: La prova regionale si svolge contemporaneamente in tutta Italia (Campobasso per il Molise) il 20 marzo 2018, alle ore 11.00. Più precisamente alla fase regionale parteciperanno, di ciascuna scuola:

  • N. 2 studenti nelle regioni in cui il numero di scuole aderenti è superiore a 20
  • N. 3 studenti nelle regioni in cui il numero di scuole aderenti è compreso tra 11 e 20;
  • N. 4 studenti nelle regioni in cui il numero di scuole aderenti è compreso tra 6 e 10;
  • N. 5 studenti nelle regioni in cui il numero di scuole aderenti è minore di 6.

Per le scuole divise in più plessi e succursali si considera la partecipazione di un’unica scuola. Le scuole possono essere considerate come scuole diverse solo nel caso di sedi staccate con diverso codice meccanografico.

GRADUATORIA NAZIONALE: la graduatoria nazionale viene stilata dal Referente nazionale e dalla Segreteria tecnica incrociando i risultati ottenuti dagli alunni nella fase regionale di ciascuna regione.

FASE NAZIONALE SPERIMENTALE: alla fase nazionale, che si svolgerà presumibilmente il 12 maggio 2018, saranno ammessi:

  • N. 1 alunno (1° classificato) per le regioni nelle quali il numero di scuole aderenti è inferiore a 10;
  • N. 2 alunni (1° e 2° classificato) per le regioni nelle quali il numero di scuole aderenti è uguale o superiore a 10 ma inferiore a 30;
  • N. 3 alunni (1°, 2° e 3° classificato) per le regioni nelle quali il numero di scuole aderenti è uguale o superiore a 30.

Eventuali casi di pari merito saranno valutati privilegiando sempre lo studente più giovane. Ripescaggio: alla fase nazionale saranno ammessi in aggiunta i primi 4 alunni della graduatoria nazionale.

Si precisa che, per poter accedere alla fase nazionale, le scuole appartenenti ad una regione devono essere almeno 3; in caso contrario le scuole della regione si accorperanno ad una delle regioni viciniori e gli studenti verranno inseriti nella graduatoria di tale regione.

Il Referente regionale comunicherà alle scuole, entro il 5 aprile 2018, i nominativi degli studenti ammessi alla fase nazionale, la data della Prova nazionale, il luogo e le indicazioni per il viaggio. La prova nazionale consiste in prove pratiche che consentano di individuare i ragazzi che, oltre alle conoscenze, rivelano abilità operative e procedurali. Ai primi 3 classificati sarà assegnato il premio speciale “Giochi delle Scienze Sperimentali”.

I primi 10 studenti classificati nella fase nazionale accederanno di diritto, nell’anno successivo, alla fase regionale delle Olimpiadi delle Scienze Naturali - categoria biennio, singolarmente o come membri aggregati alla squadra della scuola secondaria di II grado di appartenenza.