Regolamento

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

"LEOPOLDO PILLA"

Via Colonia Giulia -  86079 VENAFRO (Isernia)

Codice Fiscale: 80003310945   Tel.e Fax 0865/904216

Email: isic82500p@istruzione.it    PEC : isic82500p@pec.istruzione.it

 

REGOLAMENTO CORSI AD INDIRIZZO MUSICALE

Approvato dal collegio dei docenti del 12/12/2017 e dal Consiglio di Istituto del 21/12/2017

 

PREMESSA

Nell'Istituto Comprensivo “L. Pilla” sono presenti Corsi di Strumento Musicale, attivati secondo le modalità previste dal D.M. del 6 agosto 1999.

Ogni anno (di norma) sono disponibili 24 posti, suddivisi nei quattro strumenti: Pianoforte 6, Chitarra 6, Violino 6, Saxofono 6.

I posti potrebbero essere di numero inferiore nei casi di ripetenza (vedi ultimo punto dell’art. 3), ma potrebbero anche aumentare di uno o due unità in relazione alla disponibilità venutasi a creare in una classe di strumento.

La distribuzione omogenea degli alunni in quattro diversi gruppi strumentali è indispensabile per garantire la continuità nel tempo dell'offerta formativa in ambito musicale ed è funzionale alla pratica della “musica d’insieme” intesa come didattica caratterizzante del corso.

L'Istituto Comprensivo “L. Pilla” con il presente regolamento stabilisce i criteri per l'ammissione alla classe prima dell'Indirizzo Musicale.

Art. 1 – COMITATO SCIENTIFICO-DIDATTICO

Presso ciascuna istituzione scolastica nella quale siano attivati corsi ad indirizzo musicale è istituito apposito Comitato scientifico-didattico, presieduto dal Dirigente scolastico e composto, per nomina dello stesso DS, da:

- gli insegnanti di educazione musicale e gli insegnanti di strumento delle sezioni ad indirizzo musicale;

- uno degli insegnanti di materie non musicali in servizio nelle classi del corso ad indirizzo musicale;

- due genitori eletti tra quelli degli alunni frequentanti il corso (possibilmente rappresentanti di classe).

Il Comitato ha il compito di:

- seguire costantemente l'andamento organizzativo e didattico dei corsi ad indirizzo musicale;

- coordinare i programmi e le metodologie all'interno del progetto educativo della scuola;

- stabilire contenuti, criteri e modalità per lo svolgimento delle prove attitudinali.

Art. 2 - ISCRIZIONE AI CORSI

  1. Il Corso ad Indirizzo Musicale è opzionale, ha la durata di tre anni ed è parte integrante del piano di studio dello studente e materia degli esami di stato al termine del primo ciclo d'istruzione.
  2. L'accesso al Corso ad Indirizzo Musicale sarà subordinato alla iscrizione, attraverso   l'indicazione della preferenza espressa rispetto ai quattro strumenti per i quali la scuola fornisce l'insegnamento.
  3. La preferenza espressa dalla famiglia non è vincolante per l'assegnazione dello strumento, in quanto sarà la Commissione esaminatrice a provvedere all'assegnazione, previo esame attitudinale di cui al punto seguente.
  4. Per l'accesso al Corso è prevista una apposita prova orientativo-attitudinale predisposta dalla Scuola, sulla base della quale un'apposita Commissione ammetterà gli alunni allo studio dello strumento più appropriato a ciascuno.
  5. Non è richiesta alcuna conoscenza musicale di base.
  6. La frequenza del corso (di norma, salvo casi di comprovata e oggettiva impossibilità) è obbligatoria per tutto il triennio.
  7. Nel corso del triennio il profitto di ogni allievo verrà valutato nelle schede quadrimestrali come per le altre discipline curricolari.

Art. 3 - PROVA ATTITUDINALE PER L'AMMISSIONE

La prova attitudinale verrà svolta dalla commissione esaminatrice rappresentata dal Comitato scientifico-didattico (art. 9 del D.M. 13/02/1996) di cui all’art. 1 e consiste:

  1. nell’accertamento del senso ritmico e della musicalità;
  2. nell’accertamento dell’attitudine allo strumento mediante la valutazione delle caratteristiche fisico-attitudinali e la motivazione dell’alunno.

La commissione valuta ciascun aspirante con un voto in decimi ed eventuali decimali, espresso all’unanimità dei membri e derivante dal giudizio complessivo delle relative prove.

I criteri per l’effettuazione e la valutazione delle prove attitudinali sono i seguenti:

  • le prove saranno espletate entro marzo, con un'eventuale data aggiuntiva nel caso ci fossero assenze giustificate;
  • saranno adottati due criteri di giudizio tesi a valutare gli alunni in base al senso ritmico e alla musicalità e in base all’attitudine.

Il parametro della musicalità si baserà sui risultati di prove individuali nelle quali verrà testata la capacità di riconoscere e riprodurre ritmi, note o melodie tramite gli strumenti musicali o la voce. Per questa prova verrà assegnato un punteggio da 0 a 5 punti.

La seconda prova invece sarà volta a testare l'attitudine specifica dell'aspirante allievo nell'approccio specifico verso i quattro strumenti. Verranno valutati sia gli aspetti fisico-attitudinali sia gli elementi motivazionali che emergeranno da un breve colloquio. Il punteggio massimo raggiungibile per la seconda prova è di ulteriori 5 punti che verranno assegnati per ciascuno dei quattro strumenti.

La somma dei due punteggi andrà a formare le quattro graduatorie.

  • Una volta espletate le prove attitudinali, la Commissione esaminatrice passerà allo scrutinio dei risultati compilando le singole graduatorie in relazione alla disponibilità dei posti per ciascun strumento.
  • Eventuali esperienze pregresse di studio della musica o degli strumenti musicali non determineranno di per sé l’ammissione al corso o l’attribuzione dello strumento ma saranno elementi che contribuiranno a delineare la personalità e la motivazione degli allievi.
  • Gli aspiranti allievi che avessero fratelli o sorelle che sono, o sono stati, alunni del corso a indirizzo musicale potranno vantare un eventuale titolo di precedenza solo nei confronti di coloro che nella valutazione delle prove avessero conseguito un identico punteggio nella stessa graduatoria.
  • Le future classi prime ad indirizzo musicale saranno formate da un numero di alunni pari alla disponibilità dei posti per ciascun strumento. Nel caso ci fossero alunni ripetenti, questi, limitatamente allo strumento già frequentato, avranno priorità di accesso rispetto ai nuovi alunni.

Art. 4 - INSERIMENTO NELLE GRADUATORIE PER L’AMMISSIONE

La valutazione da 6 (sei) a 10 (dieci) decimi determina l’idoneità musicale, quella da 1 (uno) a 5 (cinque) la non idoneità, e cioè la non opportunità a svolgere gli studi musicali dell’aspirante nella Sezione ad Orientamento Musicale di questa Scuola.

I 24 alunni ammessi saranno inseriti in ordine di merito nelle quattro differenti graduatorie (una per ogni strumento).  I restanti aspiranti saranno collocati in una graduatoria a scorrimento a cui si potrà ricorrere per quei casi di rinuncia, di cui al successivo art. 5, che dovessero determinare la costituzione di nuovi posti liberi.                                 

Art. 5 - PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE

Entro 30 giorni dalla fine delle prove di selezione sarà pubblicata all'Albo dell'Istituto la graduatoria generale, con l'indicazione dello strumento assegnato ai 24 alunni ammessi. Alle famiglie degli alunni ammessi sarà data comunicazione scritta.

Art. 6 - ESCLUSIONI E RINUNCE       

La rinuncia all'Indirizzo Musicale, una volta ammessi, deve essere motivata da circostanze eccezionali, opportunamente documentata, e dichiarata per iscritto entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria.

Art. 7 - RECLAMI

Avverso le determinazioni della Commissione è possibile presentare reclamo alla Commissione esaminatrice entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria. I reclami possono riguardare solo aspetti procedurali; la valutazione di merito espressa dalla Commissione è insindacabile.

La Commissione è tenuta a pronunciarsi entro i 5 giorni successivi alla presentazione del ricorso. La delibera della Commissione, presa a maggioranza, ha carattere definitivo.

Art. 8 - ORGANIZZAZIONE DEI CORSI

I corsi sono così strutturati:

  • una lezione individuale di strumento settimanale;
  • una lezione settimanale di teoria, solfeggio e/o musica d'insieme opportunamente progettata sulla base delle capacità operativo-strumentali possedute dai vari alunni così da consentire loro di vivere l'esperienza pratica del suonare, condividendo e partecipando all'esecuzione collettiva, di sviluppare il senso critico musicale e di accettare idee e proposte altrui. La composizione dei gruppi sarà stabilita dai docenti e potrà variare nel corso dell'anno scolastico. Il tutto è finalizzato alle esecuzioni pubbliche sia sotto forma di saggi di classe, sia di veri e propri concerti, nonché attraverso la partecipazione a concorsi e rassegne musicali.

Art. 9 – DOVERI DEGLI STUDENTI

Gli alunni si devono attenere alle norme contenute nel Regolamento d'Istituto. Viene inoltre richiesto loro di:

  • partecipare con regolarità alle lezioni;
  • eseguire a casa le esercitazioni assegnate;
  • avere cura dell'equipaggiamento strumentale eventualmente fornito dalla scuola;
  • partecipare alle varie manifestazioni musicali organizzate dalla scuola.

Art. 10 - STRUMENTI IN DOTAZIONE DELLA SCUOLA

Gli alunni che frequenteranno il Corso ad Indirizzo Musicale dovranno provvedere all'acquisto di un proprio strumento per le esercitazioni individuali.

La scuola mette a disposizione degli alunni gli strumenti in dotazione dell'Istituto, fin dove è possibile, previa richiesta di comodato d'uso. La riparazione di eventuali danni sarà a carico della famiglia che ha ottenuto il prestito dello strumento.